I social sono adesso i peggiori nemici delle celebrità

Paradossalmente, nell’era del narcisismo, in cui tutti vivono iperconnessi, a caccia degli ultimissimi trend e credendosi delle celebrità, i social sono passati dall’essere il principale alleato delle celebrità ad essere il loro peggior nemico.

Mi ha stupito recentemente il fenomeno della cancel culture, in particolare la velocità con cui celebrità con lunghe carriere di successo siano state completamente cancellate, parlo sia delle nuove celerità come influencers e youtubers che di celebrità  tradizionali.

Quello che è successo a Elle prima e a Demi Lovato poi mi ha fatto riflettere su come funzioni il mondo delle celebrità e di come la straordinaria visibilità di cui dispongono adesso si sia trasformando in uno svantaggio.

Osservando le vecchie leggende del passato, come Elvis, Marylin Monroe o Sophie Loren, abbiamo tutti in testa un ideale idilliaco di queste figure, come creature mistiche e gloriose senza difetti o insicurezze, mentre se penso alle celebrità di oggi, per quanto la loro reputazione possa essere buona, cosa di per se molto rara oggigiorno, sono sempre figure a volte goffe e imperfette, non che di per se ci sia qualcosa di male, ma il contrasto ci porta a capire che forse le celebrità del passato non è che fossero creature mistiche e che quelle di oggi sono semplicemente peggiori perché i bei vecchi tempi andati sono sempre meglio non importa nient’altro.

Credo che la continua esposizione che le celebrità hanno adesso inevitabilmente ci fa vedere il loro lato umano, cosa in parte positiva dato che abbiamo modelli più realistici, e questo va a favore di noi comuni mortali(in realtà nella società moderna il problema è la frequenza con cui incontriamo durante la giornata queste celebrità ma questo è un altro discorso che non intendo aprire).

Il problema qui è solo per le celebrità stesse, perché sono sicura che la maggior parte di quelle dive angeliche degli anni passati fosse in realtà una stronza, solo che non potevamo vederlo.

Come si spiegherebbe se no la velocità con cui Ellen è stata cancellata dopo così tanti anni di successo ininterrotto; per anni prima di internet il mondo non aveva modo di venire a conoscenza del suo terribile comportamento, forse qualche voce si spargeva tra gli amici dei collaboratori, ma erano solo voci, contro un programma di successo con milioni di fans.

Con internet però è bastato un tweet per raccogliere tutte le esperienze negative di persone invisibili e farle diventare improvvisamente credibili, e cancellare quindi la carriera di Ellen in un istante.

Demi Lovato è l’altro esempio, una lunga carriera di successo, lei è caduta diverse volte ma ha sempre mantenuto il rispetto dei suoi fans, ma è bastata una storia a rivelare al mondo la sua vera personalità, in un istante è stato chiaro quanto la fama l’abbia portata lontana dalla realtà trasformandola in una bambina viziata, ora la sua carriera è irrecuperabile, non c’è modo che i suoi fans la trovino di nuovo sopportabile, neanche il disperato tentativo di dichiararsi non binaria ha funzionato, anzi l’ha fatta sembrare ancora più falsa.

Questi sono solo due di migliaia di esempi, internet è diventato il peggior nemico delle celebrità, essere una celebrità ti cambia, avere tutti quei soldi e la continua adorazione di milioni di persone ti fa perdere il contatto con la realtà, creando questi megalomani che appaiono perfetti in televisione ma che in realtà sono dei mostri egomaniaci. Solo le persone veramente intelligenti riescono a mantenere un contatto con la realtà e a rimanere umani, è in questo modo che si riconosce un artista valido, persone intelligenti e carismatiche che possono essere divertenti ma che hanno anche qualcosa di importante da dire , che siano davvero dei buoni esempi da seguire.

La fama effimera di internet potrebbe perfino arrivare ad autodistruggersi, nel mondo iperconnesso di oggi coesistono due realtà: una in cui internet ricorda tutto e non perdona niente, la seconda in cui ormai chiunque si riversa su internet in cerca di fama facile e veloce, e spesso la trova. Queste nuove celebrità sono destinate a sparire così velocemente come sono apparsi, la minima cosa è sufficiente a cancellare dalla memoria del popolo la loro esistenza, soprattutto quando alla base non c’è niente di concreto o interessante come la maggior parte degli influencers (non tutti però).

Che fine hanno fatto gli youtubers di prima generazione?, e quelli di seconda? Quanto spesso un influencer viene cancellato o semplicemente dimenticato?, una espressione del viso nel momento sbagliato è sufficiente per sparire, come nel caso della sorella di Charlie d’Amelio.

C’è un ricambio sempre più veloce di persone sempre più insignificanti che si guadagnano la nostra attenzione, forse presto il mondo si stancherà e sarà la fine degli influencers, forse attori e cantanti smetteranno di stare su internet così spesso, in ogni caso questo almeno va a vantaggio del popolo, almeno smetteremo di essere tartassati dalla vita di persone che non ci riguardano

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: